Homepage I nostri servizi

CO-FINANZIAMENTI COMUNITARI

Come previsto dai Trattati comunitari, tutti gli Stati membri dell’Unione europea contribuiscono al finanziamento del bilancio comunitario versando annualmente una somma pari a circa l’1% del proprio Prodotto Interno Lordo. Una parte del bilancio complessivo viene redistribuita tra gli Stati membri per co-finanziare i progetti presentati dai diversi soggetti che possono attingere alle opportunità offerte dai fondi stanziati: piccole e medie imprese, organizzazioni non governative, enti pubblici, ricercatori, strutture che lavorano a contatto con i giovani e agricoltori o gestori di terreni.

 

L’Italia, pur essendo uno dei Paesi che finanzia maggiormente le Istituzioni comunitarie, riceve, sotto forma di co-finanziamento, una quantità di risorse nettamente inferiore rispetto a quelle versate all’Unione. Il mancato attingimento alle risorse comunitarie da parte dell’Italia è spesso dovuto ad una scarsa informazione e ad una parziale incapacità dei potenziali beneficiari di presentare progetti in linea con i programmi comunitari, portando così il nostro Paese ad usufruire solo parzialmente delle opportunità comunitarie disponibili.

 

Il nostro obiettivo è garantire una corretta informazione al fine di aiutare chiunque abbia interesse ad individuare i programmi comunitari ai quali fare riferimento per predisporre e presentare i progetti, che saranno poi valutati per verificare se corrispondono ai requisiti richiesti dalla Commissione europea.

 

Per maggiori informazioni Vi invitiamo a visitare la sezione interamente dedicata ai bandi europei che viene costantemente aggiornata dal nostro team specializzato, così da facilitarVi l’accesso alle risorse comunitarie.

Per ulteriori dettagli potete contattarci inviando un’e-mail al seguente indirizzo: info@associazioneculturarurale.it.  



pagina precedente